6 ottobre alle ore 18.00 – Kunsthalle e Kunstverein: il modello tedesco

Il 6 ottobre alle ore 18, presso la sede della Fondazione Antonio Ratti – VIlla Sucota, si terrà il XIII appuntamento de La Kunsthalle più bella del mondo, dal titolo Kunsthalle e Kunstverein: il modello tedesco, intervengono:

Dorit Margreiter, Concept for the European Kunsthalle c/o Ebertplatz, 2008, Rendering: © SHBK

Dorit Margreiter, Concept for the European Kunsthalle c/o Ebertplatz, 2008, Rendering: © SHBK

Keynote speaker: Stephan Berg (Kunstmuseum Bonn)
Nicolaus Schafhausen (Witte de With, Rotterdam)
Peter Pakesch (Kunsthaus Graz)

Il tredicesimo incontro de la Kunsthalle più bella del mondo si terrà giovedì 6 ottobre alle ore 18 presso la Fondazione Antonio Ratti.
Tema dell’incontro sarà l’analisi delle caratteristiche dei due modelli di istituzioni d’arte più importanti in Germania: la Kunsthalle e il Kunstverein. Dopo gli incontri dedicati ad alcune importanti realtà europee, e un altro dedicato in particolare ai FRAC francesi, la Kunsthalle più bella del mondo prosegue con un’analisi delle diverse forme istituzionali che il sistema dell’arte contemporanea assume nel mondo. La Kunsthalle è un luogo istituzionale che ospita e produce mostre d’arte temporanee e non possiede una collezione permanente, il Kunstverein è invece un’associazione artistica costituita da gruppi, in alcuni casi estremamente vasti, di appassionati, collezionisti, e dagli stessi artisti.  Questi due modelli d‘istituzione sono al centro del dibattito per un confronto sistematico delle differenze tra una sala espositiva e un club d’arte, al fine di esaminare le esigenze del mondo dell’arte di oggi.
La Kunsthalle è un semplice spazio espositivo temporaneo? Il Kunstverein è concepita dalla pratica artistica e in stretta relazione con la comunità locale? Esiste una specifica identità della Kunsthalle, oltre alla sua funzione? Quali sono i limiti di un’organizzazione gestita da un club di appartenenza’? Possono alcuni aspetti importanti di questi modelli di spazi espositivi dare un contributo per il ripensamento e la riconfigurazione degli spazi per l’arte? Per rispondere ad alcune di queste domande, la Fondazione Antonio Ratti ha invitato Peter Pakesch, Nicolaus Schafhausen e Stephan Berg, che con le loro esperienze e attività forniranno una panoramica su questi due modelli.

Peter Pakesch, direttore del Joanneum Universal Museum in Graz.
Ha gestito per quasi un decennio la sua galleria personale a Vienna. E’ stato uno dei fondatori del Grazer Kunstverein, che ha diretto fino al 1988. Successivamente ha lavorato come curatore freelance per la National Gallery di Praga, e nel 1996 è stato nominato direttore della Kunsthalle di Basilea.

Nicolaus Schafhausen, dal 2006 al 2011 ha diretto il Witte de With Centre for Contemporary Art di Rotterdam. E’ stato direttore fondatore del progetto “European Kunsthalle” e direttore artistico presso il Künstlerhaus di Stoccarda. Dal 1999 al 2005 ha diretto il Kunstverein di Francoforte. E’ stato anche il curatore del padiglione tedesco per la 52 ª (2007) e la 53 ª (2009) Biennale di Venezia.

Stephan Berg, dal 2008 dirige ilKunstmuseum di Bonn dal 2008, dopo aver lasciato il Kunstverein di Hannover che aveva diretto dal 2000.

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

One thought on “6 ottobre alle ore 18.00 – Kunsthalle e Kunstverein: il modello tedesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: