L’ALTRA FACCIA DEL CONTEMPORANEO – INTERVISTA 5: SPONGE ARTECONTEMPORANEA, Pergola (PU)

Sponge ArteContemporanea è un’Associazione Culturale che nasce nel 2008 per promuovere l’arte contemporanea in uno spazio ai margini del circuito convenzionale. Due sono le caratteristiche che compongono l’essenza di Sponge ArteContemporanea: da una parte la scelta di operare nel territorio della provincia italiana; dall’altra un ‘idea innovativa di ricerca artistica che vede curatori e artisti lavorare insieme rendendo incerta la divisione dei ruoli. Questi due elementi si fondono sprigionando una grande forza creativa.

Cosa significa operare lontano dai circuiti culturali consolidati e in un certo senso ai margini del sistema dell’arte?

Lavorare lontani dal circuito nazionale permette al gruppo una straordinaria libertà d’azione e di movimento. Per richiamare una certa attenzione concentriamo il nostro lavoro sulla ricerca. Una ricerca indipendente dalle logiche del sistema. Questa scelta determina una fruizione differente e più attenta dell’opera. Infatti, operando in un sito che non è di passaggio, chi viene a trovarci lo fa appositamente per noi. Siamo lontani anni luce dall’arte vetrina da copertina patinata.

Come vi rapportate con l’ambiente-territorio in cui lavorate? Come invece con il più ampio panorama nazionale e/o internazionale?

Il rapporto con il locale non è facile, dobbiamo ammettere che in questo ultimo periodo, dopo quattro anni, finalmente il nostro lavoro è stato riconosciuto sia dal pubblico sempre maggiore, che dalle istituzioni, mai cercate. Più facile è rapportarsi con il panorama nazionale, dove si respira un’aria meno pesante ed una necessità forte di cambiamento, infatti, il gruppo fin da subito si è posto come tavolo d’incontro e di discussione, per tornare ad un arte più vera possibile. Ancor più semplice è relazionarsi con realtà internazionali, dove i rapporti sono più semplici e la quello che conta più di ogni altra cosa è il lavoro.

Quali sono le vostre risorse e potenzialità e al contempo le criticità e i problemi a cui far fronte quando ci si confronta con un contesto provinciale?

Le nostre risorse…Vediamo ci siamo autofinanziati, non abbiamo mai chiesto sponsorizzazioni, private, tanto meno pubbliche, non abbiamo una bandiera politica, tutto ciò ci ha permesso di muoverci velocemente e di pensare solo al lavoro ed alla creazione di un gruppo solido. Il primo problema è stato quello di studiare un efficace piano di comunicazione, che potesse darci una certa visibilità. A tal proposito sono stati realizzati un sito internet, che nel corso del tempo, è diventato sempre più completo ed attivo e dei piccoli gadget per far si che la gente si potesse ricordare di noi. Non meno problematica è la difficoltà per raggiungerci, quindi la viabilità, gli spostamenti difficili e i  corrieri che non trovano mai la sede. Ma chi ci cerca veramente ci trova, è questa la nostra forza.

Quale ruolo avete (culturale, sociale, economico) nel vostro territorio e come lo avete raggiunto o state tentando di raggiungere?

Dal punto di vista culturale, siamo al momento una delle poche strutture, potremmo dire anche l’unica ad occuparsi in maniera costante di arti visive contemporanee, portando artisti da tutta Italia e non solo. Dopo le inaugurazioni, stimoliamo la discussione e la conoscenza, grazie ad una lunga cena spartana proprio nella casa in cui è stata allestita la mostra. Dal punto di vista sociale, cerchiamo di promuovere al meglio gli artisti. Per quanto riguarda il lato economico, potremmo essere una risorsa per il nostro territorio, in quanto il pubblico che partecipa alle mostre è spesso di fuori ed è costantemente alla ricerca  di tipicità locali.

Continua a leggere l’Intervista qui

Annunci

2 thoughts on “L’ALTRA FACCIA DEL CONTEMPORANEO – INTERVISTA 5: SPONGE ARTECONTEMPORANEA, Pergola (PU)

  1. […] Intervista curata da Loretta Morelli nell’ambito del progetto “La Kunsthalle più bella del mond… /* Tag: Como, Fondazione Ratti, La Kunsthalle più bella del mondo, Loretta Morelli, Sponge ArteContemporanea ← Sense 1+1 (Bologna) […]

  2. […] Intervista curata da Loretta Morelli nell’ambito del progetto “La Kunsthalle più bella del mond… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: