L’ALTRA FACCIA DEL CONTEMPORANEO – INTERVISTA 9: FONDAZIONE SOUTHERITAGE, MATERA

La Fondazione SoutHeritage per l’arte contemporanea è istituita nel 2003 a Matera come espressione di una filosofia imprenditoriale che considera la valorizzazione della creatività contemporanea e del presente avanzato come requisito necessario per il pieno assolvimento della funzione sociale dell’impresa, al proprio interno e verso il contesto di riferimento.

Cosa significa operare lontano dai circuiti culturali consolidati e in un certo senso ai margini del sistema dell’arte?

Il fatto di essere a Matera ci ha dato un punto di vista diverso che ci ha portato alla produzione di progetti diversi. Per noi il territorio è un fattore primario nell’implementazione dei vari progetti culturali proposti e rappresenta lo spazio mentale e fisico ideale per portare avanti le proposte in un contesto in cui il lavoro e la vita  è vissuta qualitativamente in modo diverso.

Come vi rapportate con l’ambiente-territorio in cui lavorate? Come invece con il più ampio panorama nazionale e/o internazionale?

La Fondazione SoutHeritage nasce in Basilicata, una regione eccentrica nel senso di “fuori da ogni centro”, piena di contraddizioni, non spiegabile e non comprensibile con il ricorso a modalità consolidate, bensì attraverso la soggettività dello sguardo e dell’esperienza personale. La fondazione essendo una fondazione d’impresa è stata istituita come espressione di una filosofia imprenditoriale in un Sud Italia che negli ultimi anni è certamente cambiato ma che in fondo è rimasto un territorio “estremo”, che permette, proprio per questa sua condizione, un margine di sperimentazione progettuale che in territori meno “liminari” non è possibile. Inoltre il Mezzogiono per la Fondazione SoutHeritage rappresenta una perfetta “realtà ibrida”, frutto di una progettualità debole che appare sempre più simile al mondo che ci si prospetta nei prossimi anni.

Quali sono le vostre risorse e potenzialità e al contempo le criticità e i problemi a cui far fronte quando ci si confronta con un contesto provinciale?

La specificità della storia della città di Matera e della posizione geografica del territorio lucano ha offerto un terreno più che fertile per una piattaforma di discussioni e idee fra regionalismo e internazionalismo. Le criticità di un contesto come questo sono le stesse di ogni angolo d’Italia e cioè quelle di un Paese con un sistema istituzionale e formativo poco organizzato e preparato alle esigenze e agli sviluppi del contemporaneo

Quale ruolo avete (culturale, sociale, economico) nel vostro territorio e come lo avete raggiunto o state tentando di raggiungere?

Il ruolo pionieristico della Fondazione SoutHeritage ha in poco tempo catalizzato gli interessi di una vasta community sparsa in un bacino territoriale che va dalla Puglia alla Campania, dalla Calabria alla Basilicata. Una community che ha voglia di cultura e contemporaneità e che vuole relazionarsi con il resto d’Italia e dell’Europa. Si auspica dunque che il nostro lavoro che oggi rappresenta un esempio e un punto di riferimento sovraregionale continui ad esserlo, in un sistema che rimane ancora tutto da costruire, da inventare e che ha bisogno di nuove energie e professionalità.

Continua a leggere l’intervista qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: